Sapienza Wireless

Versione stampabileSend by emailPDF version

Una infrastruttura wi-fi al servizio della comunità universitaria

Sapienza wireless è un progetto dell'università che prevede l'installazione di una infrastruttura wi-fi per il collegamento internet. Lo scopo del progetto è permettere alla comunità universitaria (studenti, docenti, e personale) di accedere facilmente ai servizi web utilizzando notebook e palmari. È possibile navigare sul web in aree all'aperto (giardini, chiostri, aree ricreative) e in strutture didattiche e di studio (biblioteche, aule, laboratori didattici).

Le aree coperte dal servizio sono in costante aumento. Accordi con le istituzioni pubbliche estenderanno progressivamente i "punti di accesso" alla rete della Sapienza anche in altre zone della città (ville, parchi e biblioteche).Aree coperte all'interno della Città Universitaria

Le tappe

Iprimi esperimenti in laboratorio risalgono al 2003. Nel febbraio 2004 abbiamo realizzato le prime installazioni (giardino di fronte al CIAO, la biblioteca "Boaga" e il chiostro di Via Salaria). Il progetto vero e proprio prende forma grazie all'iniziativa interministeriale un c@ppucino per un pc: prestiti agli studenti per l'acquisto di un pc portatile e la possibilità - da parte delle università - di richiedere un cofinanziamento.

Il progetto presentato dalla Sapienza è stato approvato nel marzo 2006 con un finaziamento di 40.000 €. A luglio dello stesso anno, si è costituito il gruppo di lavoro Sapienza wireless (Decreto del Direttore amministrativo 24 luglio 2006).

Descrizione tecnica

La nostra rete wireless ha il nome identificativo (SSID) sapienza e non richiede chiavi di accesso (es: WEP, WPA) per la connessione. È attiva 24 ore al giorno, tutti i giorni.

L’accesso è possibile indipendentemente dal sistema operativo utilizzato, caratteristica che garantisce la piena compatibilità con dispositivi palmari e telefoni cellulari wi-fi, oltre che con i comuni computer portatili. L’unico requisito è la presenza di un browser web.

I parametri di rete sono ottenuti in modo automatico tramite il protocollo DHCP: questo vuol dire che non sarà necessario preoccuparsi della configurazione del proprio dispositivo.

Per garantire la sicurezza degli accessi alla rete è richiesta l’autenticazione degli utenti. Una volta stabilita la connessione, per usufruire dei servizi disponibili è necessario aprire il proprio browser preferito ed inserire le credenziali di accesso. Portata a termine questa semplice procedura sarà possibile navigare liberamente sul web con una banda massima pari a 512 Kb/s in download e 256 Kb/s in upload.

La scheda wi-fi dev’essere compatibile con gli standard wirelessLAN IEEE 802.11b/g. I nuovi dispositivi portatili ne sono normalmente forniti. La rete wireless, infine, opera nella banda radio dei 2.4 GHz.

Quadro riassuntivo

 

Tipo Note
Accesso antenna Libero -
Protocollo di rete DHCP (standard) -
Modalità di accesso Web (via https) -
Sistemi operativi Tutti -
Chiavi di accesso Utente e password Studente iscritto, posta su uniroma1
Download/Upload 512/256 Kbps http-https
Personal Firewall Gestiti Abilita il ping in ingresso
Modalità di uscita Logout da pop-up Abilita pop-up dal sito 172.16.1.6
Standard wi-fi 802.11 b/g -
Tempo di accesso Senza limiti -

 

Assistenza

Per qualsiasi ulteriore informazione, il servizio di Assistenza Tecnica è attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 alle ore 18:00.

Telefono: (+39) 06 4969 0113 Fax: (+39) 06 4991 0170
E-mail: netcom

Estendiamo la rete wi-fi

impegno della Sapienza è quello di estendere i punti di accesso a tutte le sedi universitarie. L’utilità del servizio suggerisce di adottare fin da ora una strategia che consenta alle strutture decentrate che lo desiderano di dotarsi subito di una propria infrastruttura, realizzando secondo le proprie esigenze e a proprie spese l’infrastruttura di rete e delegando al Centro Infosapienza tutti gli oneri di gestione del servizio.

Accordi e cooperazione

Da Villa Borghese è possibile collegarsi a sapienzawireless. Il collegamento è reso possibile da un accordo con Roma wireless. Ma altri accordi sono in fase di realizzazione con biblioteche e enti locali. 

Una cooperazione tra le istituzioni che potrebbe rappresentare uno dei "modelli possibili" per estendere la connettività senza fili a tutti i cittadini.